Semplici controlli di tono per amplificatori

di | 1 Gennaio 2022

Un controllo di tono non è altro che un filtro che va ad esaltare, o ad attenuare, una ben precisa porzione di banda audio al fine da modificare il “voice” del nostro strumento. I più semplici, quelli che utilizzano solo una manopola, solitamente agiscono sulla parte alta della banda audio e sono sicuramente più semplici ed economici da realizzare. Oggi volevo parlare proprio di questi circuiti che si differenziano dal classico schema “TBM”, usato nella stragrande maggioranza degli amplificatori. Andiamo a vedere gli schemi più famosi.

Treble cut

Questo è probabilmente il controllo di tono più semplice e si trova in molti vecchi amplificatori di fascia bassa. Il suo funzionamento è molto semplice: Un condensatore scarica gli alti a massa e il potenziometro serve a “dosarne” la quantità.

Complessità: Bassissima

Perdita di inserzione: Bassa

Tweed

Questo controllo di tono si trova principalmente negli amplificatori Fender, come il 5E3 e 5F2A, ed agisce sulla parte alta del tono.

Complessità: Bassa

Perdita di inserzione: Bassa

Vox

In alcuni amplificatori Vox troviamo questo semplice schema a singolo potenziometro molto interessante. Esso sfrutta lo sfasamento del circuito “Phase Inverter” dell’amplificatore andando ad attenuare, tramite un potenziometro e un condensatore, la parte alta della banda audio. Ovviamente potrà essere utilizzato solo in amplificatori di tipo push-pull.

Complessità: Bassa

Perdita di inserzione: Bassa

Marshall 18W

Nei Marshall serie “18W” è presente, nel normal channel, questo particolare controllo di tono molto interessante.

Complessità: Bassa

Perdita di inserzione: Bassa

Gibson GA-30

Il controllo degli alti del GA-30 utilizza un piccolo condensatore di bypass del catodo su un’estremità del potenziometro per fornire un aumento degli alti. Più il centrale del potenziometro si avvicina a terra, maggiore è il “boost” degli alti. Viceversa, il centrale del potenziometro collega un condensatore a massa in modo che gli alti verranno scaricati a terra.

Complessità: Bassa

Perdita di inserzione: Bassa

Big Muff

Nel controllo di tono del “Big Muff”, il segnale entra sia in un filtro passa alto che in un filtro passa basso. Il potenziometro agisce un po’ come un controllo di bilanciamento tra i due filtri.

Complessità: Moderata

Perdita: Moderata

TMB con resistori bassi e medi fissi

Il classico stack di toni TMB, utilizzato in centinaia di amplificatori, che può essere facilmente utilizzato come controllo di tono a manopola singola. Sostituendo i potenziometri bassi e medi con resistori, rimane solo il controllo degli alti. Lo si può trovare, ad esempio, sul piccolo combo VHT “Special 6”.

Complessità: Media

Perdita di inserzione: Alta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.